Il Maggio dei libri

Il programma del Club per l’Unesco nel Maggio dei libri 2023, dal tema istituzionale “Se leggi sei forte”.

5 Maggio

Benedetta Gelormini “Ancora di salvezza”.

In questo caso il tema andrebbe modificato in Se scrivi sei forte, perché è ciò che dimostra Benedetta, ragazza ventiduenne, la quale racconta, con il brio tipico giovanile, un’esperienza che le ha regalato un sogno o meglio un’ambizione “aiutare gli altri”.

19 Maggio

Patrizia Bianco, scrittrice potentina molto raffinata presenta l’ultima sua opera, un libro che descrive mirabilmente i luoghi, che dipinge morbidamente la diversità e le emarginazioni.

Una narrazione che apre a spiragli di futuro e di speranza e che rinsalda il legame fra umanità e verità, una storia di inclusione.

23 Maggio

il Ministero della Cultura ha avviato l’iter di candidatura della “Via Appia Antica Regina Viarum” per l’iscrizione nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

Si tratta della prima candidatura promossa direttamente dal Ministero e che vede il coinvolgimento di 74 comuni, 15 parchi, 12 città, 4 regioni, 25 università.

Come Club per l’Unesco avviamo la campagna informativa sulla via Appia Traiana che ci riguarda particolarmente, prova ne e’ il cippo miliare LXXXI (81° miglio) della via Traiana, che prende il nome dall’imperatore (98-117 d.C.) Marco Ulpio Traiano (53-117 d.C.) collocato in zona centrale della città .

L’incontro, patrocinato dall’Universita’ di Foggia e dall’Assessorato alla cultura, a cui sono invitate rappresentanze delle scuole superiori.

Ospiti relatrici: prof.sse Tiziana Ragno e Maria Luisa Marchi, (Università di Foggia, Dipartimento di Studi Umanistici) autrici di testi storici.

24 Maggio

Antonio Gelormini, con la sua grande esperienza di giornalista e scrittore di libri, ci ha fatto “incontrare” tanti personaggi del passato e presente con aneddoti, curiosità.

Grazie per la sua amicizia al Club nata da quando ci ha comunicato che la sua Compagnia degli Exultanti promuove la candidatura a Patrimonio dell’Umanita’ di 33 Rosoni pugliesi tra cui c’è il nostro del Duomo.

La Via Francigena

Valorizzare il patrimonio materiale ed immateriale del territorio che percorre la Via Francigena, significa comprenderne la valenza storica, lo sviluppo culturale ed economico che nel tempo ha caratterizzato il nostro passato.

Lungo tale via secolare che collega i luoghi della sacralità e dei cavalieri, c’è Torre Alemanna di Borgo Libertà, unico insediamento teutonico presente nell’Area del Mediterraneo, gioiello che racchiude preziose testimonianze riprodotte, tra l’altro, su magnifici affreschi da riscoprire.

In sinergia con il Lions Club Torre Alemanna , promotore dell’evento, con la Proloco, il Club per l’Unesco si propone di mantenere alta l’attenzione sui tesori artistici culturali che Cerignola vanta.

“A SPASSO NEL TEMPO A CANOSA DI PUGLIA”

Il Club per l’Unesco di Cerignola, il giorno 16 aprile, accolto dall’Assessore alla Cultura, Istruzione, Archeologia e Turismo del Comune di Canosa Avv. Lucia Mariacristina Saccinto e dalla Presidente del Club per l’Unesco di Canosa prof.ssa Nunzia Lansisera in compagnia della segretaria prof.ssa Rosaria Dell’Aspro, ha visitato una parte del Patrimonio di uno tra i più importanti centri storici della Daunia e dell’Apulia, Canosa.

Fondata, secondo la leggenda, dall’eroe omerico Diomede, amministrata dai Principi Dauni, subì l’influenza della cultura ellenica, oggi tangibile nei sontuosi ipogei (strutture funerarie sotterranee usate dai Principi Dauni fino all’età romana).Canosa diviene un importantissimo centro commerciale e artigianale famosa per la produzione dei “vasi canosini” (fortemente influenzato dalla cultura magno greca) e sede di industrie produttrici di una pregevolissima lana. Nel 318 a.C. diventa città alleata di Roma e dimostra la sua fedeltà accogliendo i soldati romani sconfitti nel 216 a.C. da Annibale a Canne (fra di essi quello che sarebbe diventato Scipione l’Africano). Municipium romano nell’88 a.C. L’imperatore Antonino Pio la eleva al rango di colonia con il nome Aurelia Augusta Pia Canusium. Dopo la riforma diocleziana diviene capoluogo della Regio II Apulia et Calabria. Sede del vescovo metropolita di Puglia raggiunge il culmine della sua importanza sotto l’episcopato di San Sabino (514-566). Nei secoli subisce l’influenza di Bizantini, Longobardi, Saraceni, Normanni, Svevi e Angioini.

Siti visitati: – Ipogeo Lagrasta II secolo a.C. – Ipogeo del Cerbero IV secolo a.C. – Domus Romana – Museo Archeologico Nazionale – Parco Archeologico e Antiquarium San Leucio – Concattedrale Basilica San Sabino – Mausoleo di Boemondo I figlio di Roberto il Guiscardo e Principe di Antiochia – Battistero di San Giovanni

100 anni di Margherita Hack

Celebriamo, con un po’ di ritardo, i 100 anni dalla nascita di Margherita Hack con una lectio del prof De Paolis dell’Università del Salento, che ci ha concesso il Patrocinio per l’evento, coadiuvato dal socio del Club prof. Gilberto Russo.

L‘Incontro, destinato in particolar modo a classi terminali delle Scuole Superiori, intende:

sostenere lo studio delle discipline STEM (scientifiche), mai come oggi particolarmente importante (bastano due esempi) per l’Ambiente e la Medicina, priorità a livello globale,

incoraggiare, alle STEM, le donne, spesso penalizzate, per una visione erroneamente maschilista verso tali studi, fornendo esempi illuminanti.

Entrambi obiettivi in linea con le priorità Unesco verso cui gli Istituti Scolastici hanno mostrato grande sensibilità

LOTTA AL BULLISMO

Il Club per l’Unesco, in sinergia con l’Assessorato alle pari opportunità, l’Assessorato alla Cultura, la Cooperativa Social Service e l’Itet Dante Alighieri, sede ospitante, nell’ambito della “Lotta al bullismo”, organizza un incontro tra i giovani, ma aperto anche alla cittadinanza, vista la valenza del tema, e Vladimir Luxuria.

Secondo Amnesty International, in Italia, il 15% degli studenti di età compresa tra 12 e 18 anni ha sperimentato diverse forme di bullismo, mentre il 10,4% ha riferito di subire ripetuti atti di esclusione da parte di propri pari.

Il bullismo una violazione dei diritti umani poiché lede la dignità di chi lo subisce ed è contrario a principi fondamentali quali l’inclusione, la partecipazione e la non discriminazione.

L’articolo 2 della Dichiarazione universale dei diritti umani afferma che tutti devono poter usufruire dei diritti e delle libertà enunciati nella Dichiarazione “senza distinzione alcuna, per ragioni di razza, di colore, di sesso, di lingua, di religione, di opinione politica o di altro genere, di origine nazionale o sociale, di ricchezza, di nascita o di altra condizione“.

Ospite del Club per l’Unesco di Cerignola, ha incontrato i ragazzi dell’ITET Dante Alighieri suscitando enorme interesse ed un costruttivo dibattito sul tema, con il racconto della sua esperienza personale.

Il coraggio nel mostrare i propri sentimenti, le proprie fragilità che appartengono al passato, ha colpito docenti e ragazzi, già preparati in classe, inducendo riflessioni che verranno approfondite nelle ore di Educazione civica e non solo.

Una lezione dal vivo, resa possibile dall’ospitalità’ del Dirigente Scolastico Salvatore Mininno.

GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA

In occasione della Giornata Mondiale della Poesia, il Club per l’Unesco propone un workshop esperienziale, in cui coniugare riflessione psicologica entro la cornice della Psicosintesi ed espressività creativa ad approccio arteterapeutico, mediante l’utilizzo di due metodologie – il SoulCollage e il Metodo Caviardage.

La dott.ssa Eleonora Merlicco, psicologa esperta in tale settore, nonché nostra socia, ci offre questo momento di condivisione intima momento poetico.

Per chi fosse incuriosito di conoscere di più sulle metodologie, in dettaglio:

La Psicosintesi, il cui padre fondatore è lo psichiatra Roberto Assagioli, è una concezione psicologica e prassi di vita che si fonda sull’aspirazione al benessere e sul bisogno fondamentale di armonia, integrazione e sintesi delle nostre parti interiori e tra esseri umani (a livello bio-psico-sociale e spirituale).

Il SoulCollage è un metodo ideato negli anni ’80 dalla psicoterapeuta americana Seena Frost. E’ uno strumento creativo, semplice, immediato, flessibile e profondo attraverso il quale si contatta la propria saggezza interiore e si esprime la propria personale creatività attraverso il collage.

Il Metodo Caviardage è un metodo di scrittura poetica che aiuta a scrivere poesie e pensieri non partendo da una pagina bianca ma da testi già scritti, dando voce a emozioni difficili da esprimere nel quotidiano.

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA DONNA VITA E LIBERTA’

Siamo lieti di dedicare la “Giornata internazionale della donna” alle donne iraniane e alla loro rivoluzione.

Oggi tutti gli iraniani sono uniti sotto il motto “Donna, Vita, Libertà” che vede le donne in prima linea nelle proteste, una vera rivoluzione iniziata dalle donne, ma questa volta supportata anche dagli uomini, perché gli iraniani hanno compreso che la lotta per i diritti delle donne è anche la lotta per la propria libertà. Ma il prezzo della libertà, l’Iran lo sta pagando con la vita…

Il Club per l’Unesco, in sinergia con l’Assessorato alle Pari Opportunità, ha organizzato un momento d’incontro e confronto soprattutto con gli studenti su piattaforma, con Pegah Moshir Pour e Vida Diba, attiviste iraniane.